10^ edizione TARTUFO TRAIL RUNNING - Roberto Alessandrini-

Episodio n. 1
‘La testa’
Buonasera, il fatto di condividere i miei pensieri è  anche questa strategia per continuare, ormai da due settimane, l’opera di costruzione mentale in vista del Trail del Tartufo di domenica. I quasi  70 km di sentieri di montagna di cui 3400m totali di salite e altrettante corribili ma impegnative discese, comportano, tra le altre cose, un lavoro di preparazione/condizionamento di testa. È il cervello che al 60% governerà le quasi 11 ore di gara...e se poi -come raccontano molti ultratrailers- sarà reale vedere persone accucciate al posto dei cespugli o dei visi che ti guardano tra le fronde o delle braccia che ti sfiorano al posto dei rami, non sarà bello. Allora mi fermerò e riposerò un po’.

 

Episodio n 2
‘Il cuore’
< Cuore da maratoneta! >  strillava anni fa Smeraldi con la mia ecocardio in mano... < e corri come Willy il coyote >.  Non sapevo se ridere o piangere. Provai a chiedere: < scusa dottore e come va il coyote? > < come uno che corre a piedi nudi su un tappeto di ricci >. Chissà se scherzava... ma domani no! Non si scherza! Dalle 8 in punto per 11 ore sarà un divertimento unico  e spaccheremo tutto!  Ma in fondo,  sperduto nell’ angolo più remoto del mio cuore,  un numero mi ricorda che la paura fa......

 

Episodio n. 3
‘Le gambe’
I momenti più emozionanti? Correre in completa solitudine l’ultimo terzo dell’ultra, incontro al sole che tramontando mi lasciava lentamente e dolcemente nell’oscurità. E l’aria, da alpestre ad un intenso profumo di sottobosco col sopraggiungere la notte. E i veloci ragni grossi, neri e pelosi che alla luce della frontale sul sentiero bianco sembravano mi volessero rincorrere. Ma le mie gambe ormai stanche mi hanno salvato la vita..
È stata la mia prima gara dove ho allungato di circa 20k rispetto al mio max precedente di 48k
È stata la mia prima gara che ho corso di notte. 
Sono andato molto piano -non sapendo come reagivo alla nuova distanza- nel primo terzo della gara. Il mio obbiettivo era  arrivare in fondo per avere i 4 punti degli 8 necessari per accedere ai sorteggi dell’UTMB  del prox anno. Tra due settimane parteciperò all’ultima selezione dell’anno valevole per gli altri 4 punti,  ovverosia il -penso- bellissimo Ultra Trail del Lago d’Orta (UTLO) di 62k 3200d+.
Tartufo Trail posizione 85esimo su 97 - quinto di categoria

 

Grazie a chi crede in noi