Maremontana 2017 -report di Roberto Alessandrini

Correre nei sentieri di montagna è faticoso. È sport ben differente dalla corsa da cui tutti noi siamo nati e che rimane sempre la nostra base. Chi di noi ha fatto anche per una volta un trail sa bene di cosa si tratta. Dalle 6 di stamattina (a notte fonda con le lampade frontali vedere il biscione luminoso che si inerpica è bella emozione) fino a oggi pomeriggio, i pensieri, le emozioni che passano sono tanti. Si entra a far parte della natura che ci avvolge. È l'uomo preistorico che si immedesima in noi quando correva nei boschi per trovare e seguire il suo cibo. Ma le mani e i piedi quasi ghiacciati la pioggia che ti cola dal cappuccio e ti entra negli occhi, il profumo del mirto e dell'erica bianca bagnata rimangono sempre nel cuore. Grazie a Enervit in gel (una ogni 12k: essenziale). Grazie a giacche Salomon che mi hanno protetto dal freddo e dalla pioggia. Grazie alla nostra Anna Sanguineti per il supporto logistico (bellissima villetta sulle alture di Pietra Ligure). Grazie all'organizzazione davvero notevole di Maremontana. Grazie a tutti quelli che mi hanno pensato. Maremontana 46k, 2514 d+. Posizione 103 su 196 (10 ritirati). Oooooops! E la prox?! Ma l'Amorotto trail! A maggio.

Grazie a chi crede in noi