Half Marathon Livorno -report di Stefano Camarda

Oggi alla mezza di Livorno, gara inserita nel Campionato Sociale, la squadra si è presentata con ben 19 atleti! Il percorso di gara, lo stesso dello scorso anno, è molto bello e porta gli atleti dentro l'accademia militare, lungo i canali medicei e nel porto. Discreta presenza di pubblico e di gruppi musicali che incitano gli atleti. Sempre affascinante la chiusura in pista, che porta a dare il massimo sul traguardo.
Ottimi i risultati dei nostri atleti, che tutti hanno guadagnato la medaglia da finisher. Degna di nota la buona prestazione di Stefania Arpe che chiude la mezza in 1h 29 min 31" andando cosi a qualificarsi come 5° donna assoluta. Nel dopo gara ottimo terzo tempo in un osteria del centro storico dove ci siamo abbondantemente ristorati.
leggi di più

TCS NYC Marathon - report di Valeria Ferrando

Mi ci sono voluti un paio di giorni per realizzare che era vero, che ero una maratoneta anch’io, una maratoneta a New York.
Ma questa è solo l’ultima parte di un lungo e bellissimo viaggio che inizia a febbraio , quando scopro di essere stata sorteggiata per la TCS NYC marathon. È il sogno di tutti quelli che corrono, e io ho sempre pensato che avrei partecipato solo se il destino lo avesse voluto. E così è stato.

Il piano era perfetto... prima maratona a Roma e poi in sicurezza a New York. Ma il destino, si sa, non è sempre d’accordo con i nostri piani e il mio piede decide che la maratona di Roma non s’ha da fare, un po’ manzoniano eh?!
A 2 settimane dalla gara devo rinunciare. Se il corpo parla, i veri atleti lo ascoltano.
E così tra qualche pianto e 2 mesi di stop si riparte da zero, perché l’obiettivo, il sogno è solo a 6 mesi.... seguo alla lettera quelli che mi dice il mio fisio Christian, esercizi, pazienza, 1 minuto di corsa e 4 di camminata per 5 volte... insomma manco un km di corsa in totale e siamo a maggio.

Un nuovo inizio, e qualche attimo di sconforto ogni tanto, ma via così piano piano e grazie alla mia coach Julia i km aumentano, e io mi sento bene.
E così arriva settembre, e poi ottobre. E io cammino (corro) come su un filo, con la paura che il dolore si ripresenti, che qualcosa vada storto, di non farcela.
Ma invece... in un attimo mi ritrovo a New York, con la mia famiglia a leggere il mio nome su un muro al marathon expo in mezzo ad altri 55mila. A scrivere il mio wish su quel muro. Il primo tuffo al cuore.

E poi viene domenica mattina. Dormo poco, mi alzo alle 5 nel buio, in bagno tutto pronto. La mia maglietta, con il mio nome scritto sopra, un pensiero per la mia Genova, le mie amiche del Frozen team e le parole di Corrado che non c’è più : “The best is yet to come” .
Guardò il telefono. Gli amici mi pensano e questo mi fa commuovere.  Massimiliano Alessandra, Antonio, Claudio, Martina.
Le parole di mio fratello  “oggi devi correre per te, per farcela. Non per dimostrarlo a qualcuno ma per godere. Questo è la corsa. Non fermarti quando sei stanca, fermati al traguardo.”  Mi fanno piangere, ma è tutta emozione bella, vera, piena, ricca.
Bacio mio marito che anche se fa il duro è un po’ emozionato, saluto i bimbi che dormono e via, metro e Staten Island Ferry. Ho paura, ma Lady Liberty mi saluta in un’alba da urlo, e Manhattan si allontana, ma è solo un arrivederci.
Arrivo al village, e incredibilmente incontro Giorgio, con cui ho diviso virtualmente tanti momenti di questo viaggio. Meno male che c’era lui, tra due chiacchiere un the e due fette biscottate (la mia colazione portafortuna) sotto il Verrazano bridge, non sentiamo il freddo e l’ansia diventa emozione.
Il resto lo hanno già raccontato in tanti... l’entusiasmo della gente, la musica, il 5 dei bambini... i saliscendi, i ponti, e quell’arrivo a Central Park tra gli alberi dorati che commuove al solo pensiero.

Arrivo.
Ce l’ho fatta.
Piango.
Una big lady li mette la medaglia e mi dice “you Made it, don’t cry, you’ve got this!” E già mi manca questo viaggio.
 Ma come ho scritto sulla maglietta, “the best is yet to come”.

I miei bambini mi corrono incontro, mio marito mi sorride come solo lui sa, e i suoi occhi mi dicono che è fiero di me. Il mio papà e la mia mamma sono fieri di me.

E anche io sono fiera di me. I’ve got this.

Mi chiedono se sono contenta? Sono felice, che è diverso.

leggi di più

Corri la Mezza alle Terme - Report di Alessandra Sciacca

Oggi 3 novembre ho corso e mi sono regalata per il mio compleanno, il PB con un tempo di 1.39.30. Ho corso la mia terza mezza maratona, "corri la mezza alle terme, nei colli Euganei  (PD). Premiata come seconda di categoria.   Considerando che la mia seconda mezza maratona mi ha portato un brutto infortunio, oggi posso dire di essere molto felice e soddisfatta.  Bellissima corsa, organizzata bene, con un  totale di 274 partecipanti. Molto belli i colli euganei. Alė  Entella running.
leggi di più

Trofeo Sportlife delle province liguri

Oggi al Montagna di La Spezia  si è svolto il trofeo delle Province. Convocati, dal Comitato FIDAL di Genova, i nostri Basalto Andrea e De Paoli Samuele. Andrea per il 1000 e la staffetta svedese, mentre Samuele per il 1000. Ottimo Andrea che chiude la sua  prova stabilendo il nuovo personale sulla distanza, crono 2' 59'' 51, primo posto sul podio. Straordinario anche Samuele, quinto con un tempo di 3'14''.

Per la staffetta Andrea viene selezionato come 4^ frazionista, quindi per lui 400 metri.La selezione di Genova pasticcia un pò con i cambi del testimone. Alla fine è un testa a testa con la squadra  di La Spezia. La spuntano quest'ultimi per un millesimo di secondo.

 

Alè Entella Running.

leggi di più

UTLO Ultra trail lago d'Orta -report di Stefano Camarda

Utlo 2018    Il 19 -20 ottobre si è corsa la gara Utlo a Omegna sul lago d'Orta. Gara trail con distanze per tutti i gusti: 120 con 7300 D+, 82 con 5400 D+, 60 con 3240 D+, 34 con 2200 D+. Il percorso si snoda attorno al lago prevalentemente nei boschi in alternanza di castagneti e faggete, ed in alcuni tratti su sentieri di crinale, e va a passare nei numerosi borghi. Siamo andati in 3 alla corsa su 3 distanze differenti: Diego Garibaldi, sulla 120 km; Stefano Camarda, sulla 60 km; e Charlie Sanguineti sulla 34 km. Diego è partito alle ore 23 del 19 e ha chiuso la sua gara in 14 pos. assoluta in 18 h 41' 04"; Io sono partito alle 9.00 del 20 e ho chiuso la gara in 176 pos. assoluta in 9 h 58 ' 48"; Charlie partito alle 12 del e ha chiuso in 165 pos. assoluta in 5 h 23' 59".  La gara ha contato circa 2000 iscritti complessivamente su tutte le gare, i numerosi sono stati gestiti bene dall'organizzazione, con ristori e basi vita molto ben forniti, unico neo che il primo ristoro si trova dopo circa 13 km con 1500 metri di dislivello positivo un po troppi! Il percorso è ben segnalato con poche persone, se non nei punti chiave risulta comunque impossibile perdersi; non molto bello e con pochi scorci panoramici se non dalle vette più alte.
leggi di più

Parma Marathon -report di Raffaele Poto

Dicevo, figurati se farò la maratona di Parma, sapranno fare bene il prosciutto, il parmigiano, semmai ci andrò a mangiare ma la maratona non credo. E poi come a volte mi capita vengo smentito. A dire il vero mi sono iscritto solo perchè ho aderito a una promozione vantaggiosa, appena 15 euro, che con il business delle organizzazioni ormai non ci fai nemmeno una 10 km non competitiva di paese. Il primo segnale che mi sbagliavo lo avuto in albergo, ne avevo scelto uno nemmeno a Parma ma in provincia di Reggio Emilia, e al momento del check in mi viene comunicato che per chi partecipava alla maratona, la colazione era stata anticipata alle 6 e il check out alle 16, quindi avrei avuto la possibilità di tornare e farmi la doccia, solo per fare un esempio a FIrenze in un albergo in prossimità del centro per usufruire del servizio, ho dovuto pagare 20 euro. Il villaggio gara dislocato nella cittadella piccolo con pochi stand ma funzionale, mi reco a ritirare il pettorale e scopro che esiste qualcuno che saluta ed è sorridente, ne approfitto per chiedere informazioni sui parcheggi e con molta cortesia mi vengono date tutte le informazioni sempre con il sorriso, per scherzare le dico che non sono abituato a tanta gentilezza, e lei non è gentilezza è il nostro compito e cerchiamo di farlo al meglio, mi pizzico per capire se stessi sognando ma era tutto vero. Il giorno della gara partenza alle 9.15, il percorso non posso dire che fosse suggestivo infatti dopo essere usciti dal centro erano per la maggior parte campagne, ma sempre ben segnalato e fuori dal traffico cittadino. I punti di ristoro molto forniti c'era un pò di tutto dalla frutta, uva, si pure l'uva, infatti mi sa che ho perso qualche minuto per mangiarla, mele, banane, arance, limoni, oltre che vari tipi di biscotti e torte, cioccolata, sali, acqua e succhi vari. Un altra cosa che mi ha colpito, è stata che il personale dei ristori quasi ci restassero male se non prendevi qualcosa, infatti una signora mi dice dai prendi la sbrisolona che ti da energia, signò se prendo la sbrisolona a Parma non ci arrivo, allora prenda la banana che che contiene potassio le fa bene, al che ho dovuto accontentarla. All'arrivo una volta attraversato il tunnel of glory e passato il traguardo, la consueta consegna della medaglia al collo seguita dalle parole complimenti Raffaele, la ragazza si è preoccupata anche di leggere il nome sul pettorale, sono quei piccoli accorgimenti che secondo me fanno la differenza. Al ristoro finale è stato aggiunto parmiggiano a vagonate per tutti e non solo per i primi arrivati. Se esistesse un trip advisor delle maratone a questa darei 5 stelle senza ombra di dubbio. Ora la mia domanda per gli esperti è, perchè con un costo che va dai 15 ai 50 euro si può organizzare una gara cosi efficiente, mentre per altre tipo Roma ci vogliono da un minimo di 50 euro a un massimo di oltre 100 euro, e Firenze poco meno? Io la risposta ce l'avrei. Alla prossima avventura!

Raffaele

Campionato Regionale Individuale Ragazzi

Sulla bellissima pista di Boissano si è svolto il campionato regionale di atletica per la categoria ragazzi. L'Atletica Entella Running si presenta con BASALTO Andrea, BRUZZESE Filippo, BRUNELLA Clementina, CEREGHINO Tommaso, DE PAOLI Samuele, MIGLIARO Penelope,  PESSI ALICE, PESSI Luca, STELLATO Maddalena. Inizia Luca con il salto in lungo, buone le sue tre prove. Bella ritmica sulla rincorsa e ottimo stacco. Neanche il tempo di riposare e va a vincere la sua batteria nei 60 metri piani.  Si passa al Vortex con Samuele. Si riscalda con un lancio che va oltre i 45 mt. facendo ben sperare.  Ma purtroppo in gara i lanci non sono come quelli delle prove, rimane il fatto che  ha un braccino di ferro. Forza Samu ti riscatterarai alla prossima. Un ottimo tempo lo fa anche Tommy sui 60 metri piani. Stacca bene dai blocchi  ed è un testa a testa con l'avversario. Secondo della sua batteria. Bravo Tommy. Filippo invece si cimenta nel  salto in alto. Gesto atletico ottimo, ferma la sua salita ad 1,25. Ottimo Fili, prima o poi ci attrezzeremo anche al Mandela con un bel tappetone per farti saltare. E' il turno di Madda, Penny, Alice e Clementina, pronte per il mille.  Ben 21 atlete in pista. Si parte forte , le nostre rimangono un pò strette nella pancia del gruppo. Madda pian piano, in progressione risale sino ad assestarsi in quinta posizione. Buon tempo, buona gara. Penny parte timida e solo nel finale cambia ritmo risalendo molte posizioni. Buone le prove di Alice e Clemy, Si passa al "mille maschile" in pista Andrea. In palio il titolo di campione regionale. Concentrato come sempre, al via si mette in testa alla gara, il passaggio ai "100" metri e di quelli da centometrista. Subito mette la giusta distanza dal secondo. Vince con un buon distacco guadangnandosi meritatamente il titolo   di Campione Regionale nella specialità. Complimenti Andrea. Una delle ultime gara nelle categoria "ragazzi" tra poco transiterai nei cadetti, Li sarà ancora più dura ma hai tutte le carte in regola per far bene.

Da ultimo le staffette, peccato siano state poco rappresentate. Per le donne tre squadre, la nostra composta da Clementina, Alice; Penny e Madda. Buona prestazione, precisi i cambi del testimone, brave. Le rappresentative maschili solo due. I nostri partono con Tommy, Filippo, Samu e Andrea. Anche per loro buona gestione nei cambi.

Bella giornata soleggiata, peccato per il vento che ha inciso un pò sulle restazioni.

Ad accompaganre i ragazzi Maurizio ed il presidente Luciano Raggi. Come sempre un grazie ai genitori accompagnatori per la loro assistenza.

Alè Entella Running.

leggi di più

Mezza Maratona Palma di Maiorca -report di Davide, Daniele e Lorenzo

Più di  8000 runners (40% donne)  sulla linea di partenza alla Zafiro Palma di Maiorca Half Marathon. A correrla per l'Atletica Entella Running ci sono  Davide Sturlese e Daniele Oliva-Presente anche Lorenzo Gadaleta ma, purtroppo, a causa di un infortunio è costretto a viverla da "coach" fornedo supporto lungo il percorso  a Davide e Daniele.

Gara apparentemente facile all' inizio, primi 10 chilometri molto veloci con sali scendi leggeri ma che alla lunga si fanno sentire. Il percorso attraversa il lungo mare e porto turistico con una suggestiva vista del mare. Il resto della gara si snoda nel centro storico con curve strette a "U" e qualche salita di troppo ma comunque la bellezza del paesaggio ripaga ampiamente lo sforzo: si  costeggia la "cattedral", il palazzo della vecchia famiglia reale, la fontana, si corre nei caratteristici vicoli, passando per la Plaza de Espana Giungiamo.

A traguardo  il cronometro dice  1h38' per Daniele e 1h41' 41 per Davide, tempi che ci lasciano complessivamente soddisfatti.

Alla sera si brinda e si festeggia con paella e pesce e chi più ne ha più ne metta. L ‘avventura dura 5 giorni e, come si evince dalle foto, vale sempre il motto  Amicizia Cuore  e Gambe.

 

Alè entella running!

 

Davide Lorenzo Daniele

leggi di più

Grazie a chi crede in noi