Trail Corricoilupi "Principato di Lunassi" -report di Luigi Bonicelli

Ieri ho partecipato al Trail Corricoilupi "Principato di Lunassi" nel Comune di Fabbrica Curone (AL). Gara di 21 k con 1300d parte del circuito UISP e 4 tappa Trofeo Malaspina. L'iscrizione decisa a metà settimana era per la mia voglia di correre, gareggiare per mio piacere (dopo rinvio scalata Diamante) e, non essendoci gare in zona sono svalicato fuori regione. Per arrivare ci si impiega quasi 2h di auto da Chiavari e sono stato accompagnato da papà. La gara partita in orario 09:30 dalla frazione di Lunassi al centro del paesino, nella piazzetta dove si trova una fontana(bel refrigerio x il finale) Dopo una breve discesa, si sale gradualmente per sentiero nel bosco, a tratti corribile per me, (ma sicuramente quasi del tutto per molti dei miei compagni di squadra), sino al 7k dove si trova 1 ristoro. Quindi si continua per circa 1km in falso piano su una strada sterrata consortile che continua in discesa. Purtroppo a metà gara ho sofferto vesciche in entrambi i piedi e quindi ho rallentato parecchio, tanto da camminare. Questo solo colpa del sottoscritto che ha esordito con nuova paio di scarpe senza testarle prima, errore da "bambino" Discesa finale nel bosco e arrivo ad anello in senso antiorario a Lunassi. Per la cronaca ho chiuso in 3h 19' 105 su 114 in totale (obiettivo era le 3h). Vincitore Piccolo Diego (classe1976,Maratoneti Genovesi) in 1h 44' e vincitrice Benedetta Broggi (classe1992, Triathlon Pavese). Pasta party e doccia all'arrivo e pacco gara con salamino, miele e marmellata.

leggi di più

Dolomyths Run Sellaronda Ultra Trail -report di Stefano Camarda

Sella Ronda 2018 

Gare ultra trail da 61.5 km con 3378 D+. La partenza della gara alle ore 5 è stata spostata di 30 min. a causa della pioggia, alle 5.30 siamo partiti puntuali con ancora qualche goccia che ci accompagnava, dopodiché caldo nelle valli e freddo in quota. 

Il percorso di questa gara  ruota completamente attorno al gruppo dolomitico del Sella, parte e arriva a Canazei toccando nei punti altimetricamente più bassi i paesi di: Selva, Colfosco, Corvara e Arabba. La gara è molto dura con 4 salite, l'ultima con un dislivello di circa 1000 m, e relative discese. Ho chiuso la gara in 9 h 56 m  34 s in 121 posizione assoluta.

Gara ottimamente organizzata con molti ristori e sufficientemente segnalata.

leggi di più

Genova Night Trail Praglia

Artur Piotr Gontarek  sta tornando. Altra gara con percorso congeniale alle sue caratteristiche. Sabato scorso ha partecipato al Trail Praglia, gara di 17 km e 800 D+. Giunge al traguardo in  36° posizione  in 2h00'44''. Già pronto per la prossima.

Alè Entella Running

Campionato Regionale Individuale Assoluto -La Spezia-

Fine settimana di gare in pista. Al Montagna di La Spezia il Campionato Regionale si è articolato su due giorni. L'Atletica Entella Running  partecipa con numerosi atleti, sia  del gruppo amatori che del settore giovanile. L'inizio non poteva essere più positivo: Saverio Petroni, sulla distanza dei 400 mt., si laurea Campione Regionale SM50. Prestigiosa prestazione, frutto di allenamenti mirati al raggiungimento dell'obiettivo.Ma anche trascinatore e motivatore, infatti è riuscito a portare in pista tanti amatori votati per l'asfalto e le medie e lunghe distanze. Complimenti.

Si continua con la giovanissima Francisco Reyes Cristal. Per lei lancio del disco, nuovo personale con 33.52 mt. e seconda in classifica. Elena Motto sui 1500 terza assoluta e sugli 800 mt ferma il crono su 2'33''29, personale anche per lei. Grande Francesco Ghio, ha mantenuto la promessa. Nuovo personale sui 200 mt. con 23''17. Bravissimo anche Davide Apollaro sulla stessa distanza con 24''36. 

Per i 5000 ci sono Stefania Arpe, Andrea Raggio e Maurizio Carli. Ottima Stefania, seconda assoluta con 19.22. Per il  Ghost choach l'anagrafe non esiste, corre sempre come un ragazzino, chiude in 18.28, subito dietro lo Zio Mauri con 19.22. considerato che hanno corso sotto un cocente sole, direi ottimo risultati. 

Anche Clara Innocenti sulla pista del Montagna. Si cimenta sulle distanze dei 200 e 800 mt. è sicuramente sarà rimasta soddisfatta dei risultati ottenuti: seconda  sui 200 e terza sugli 800. Bravissima.

Infine si chiude con la staffetta 4X400 di cui fanno parte l' esperto Saverio Petroni, Flavio Zappettini, Davide Sturlese e Mauro Tiscornia. Anche per loro risultato di tutto rispetto: terzi assoluti e primi di categoria.

Bella giornata di sport che ancora una volta ha reso attuale  il motto della società: 


AMICIZIA CUORE GAMBE

Alè Entella Running

leggi di più

Genova Vertical Night

Dal porticciolo di Nervi al monte Fascie, 3,8Km con dislivello positivo di 835 mt.
Questi sono i numeri della gara di ieri sera  a cui hanno preso parte Flavio Zappettini e Stefano Camarda.
Zappe termina la scalata in 46' mentre Stefano in 48’. Ottimo crono, grandi atleti.
Alè Entella Running


leggi di più

Allenamenti condivisi

Stasera in pista a Sestri Levante, condivisione dell' allenamento tra settore giovanile e amatori. Entrambi i gruppi per un unico obiettivo: preparasi alle imminenti gare in pista. Chi per la steffatta 4X400, chi per i 200 e 400, chi per il mille tutti concentrati e motivati. Lavoro breve ma   faticoso ma il fatto di farlo insieme lo ha reso leggero e piacevole.

Alè Entella Running.. 

 

30° MEETING ARCOBALENO ATLETICAEUROPA Manifestazione Internazionale di Altetica Leggera- ASD CENTRO ATLETICA CELLE LIGURE -

Oggi manifestazione internazionale a Celle Ligure. A rappresentarci le cadette Alessia Razzaboni e Giulia Morandini ed i Juniores Francesco Ghio e Davide Apollaro.

Nonostante il caldo di questi giorni i nostri ragazzi non si sono fermati, anzi hanno incrementato gli allenamenti sulla pista di Sestri Levante in previsione dei meeting estivi.

Giulia ed Alessia gareggiano sulla distanza degli 80 mt. categoria U16. Buone le loro prove: Giulia 11''41, mentre Alessia 11'80.

Bene Francesco: 11'80 sui 100 mt e complimenti a Davide che, sempre sulla stessa distanza, stabilisce il suo nuovo personale: crono 11.86.

Alè Entella Running

 

 

leggi di più

Skyrunning (FISky) - Report di Roberto Alessandrini

La ‘maratona del cielo’ gara di Skyrunning (FISky) è, da come risaputo nell’ambiente, la  corsa in montagna tra le più tecniche che vi siano. Partenza Córteno Golgi, val Camonica, alle 7 di ieri.
Il primo e unico cancelleto orario in cima al monte Séllero. Molto stretto il tempo per arrivarci (quasi 2000 m di salita su 19k e l’ultima parte quasi un muro passando anche su gradoni di neve) però passato agevolmente in circa 3h30. Purtroppo una pietra di ritorno a pochi metri dal primo traguardo mi mette ko una caviglia niente di rotto ma le stelle le ho viste tutte. Pensavo a ritirarmi ma dopo una bella fasciata stretta del personale di soccorso ho continuato pur in disaccordo con direttori di gara che facevano gli uccellacci del malaugurio. Qualcuno nel mio intimo mi stava chiamando. Se fino al ristoro-cancelletto -vetta del monte Séllero 2740m s.l.m era un trail normale, da qui in poi iniziava lo Skyrunning, la corsa e arrampicata/discesa sulle creste delle montagne.
Il cielo di profondo azzurro reso ancora più scintillante quando a sprazzi le nuvole ti avvolgono tutto. L’odore acre e selvaggio delle impossibili tane dei  camosci. Gli avvoltoi con volo calibrato che assaltano carcasse di cervi morti di stenti per lo scorso inverno. Il passaggio sulle pareti attaccato alle corde e non si vede lo strapiombo,  ci sono le nuvole. Bianche. Le mani doloranti che si attaccano agli speroni e spuntoni di pietra per salire sulla parete rocciosa. Il sudore salato che mi cuoce il viso. Fa caldo lì a ridosso, il sole brucia ma il laghetto alpino laggiù in fondo scintilla come fosse una frittella di ghiaccio. Al Piz Tri 2308m s.l.m  dopo circa 13k di creste la vera e propria Skyrunning termina. Affronto la discesa di 1400 d- e 10k tra mughi e spettacolosi cespugli di azalee viola e rosa e arrivo al traguardo quart’ultimo dopo complessivi 42k di gara.
Oggi scrivo le mie emozioni in una stanza ma mi rendo conto che il cielo  in una stanza non ci stà. È come i sogni. Infinito
Grazie al soccorso alpino e protezione civile per l’assistenza alla caviglia.
Grazie ai due validissimi ragazzi della scopa che mi hanno fatto compagnia nel percorso Sky tenendomi d’occhio nei passaggi più impegnativi
E adesso testa puntata alla 80k della Trans d’Havet e al vertikal Red Bull...e intanto la TDS si avvicina.

leggi di più

Grazie a chi crede in noi